i mille usi dell'olio essenziale di lavanda

Olio essenziale di Lavanda

Quello di lavanda (Lavandula angustifolia) è il più versatile di tutti gli oli essenziali. L’ olio essenziale di lavanda è conosciuto per i suoi effetti rilassanti sul corpo, è molto utilizzato anche per i trattamenti dedicati alla pelle. Può essere usato, infatti, per medicare piccoli tagli, alleviare contusioni e le irritazioni cutanee causate da punture di insetti. La fragranza ha proprietà calmanti, rilassanti e riequilibranti sia per il corpo che per la mente.

Emolliente, antisettico, rilassante, espettorante ed analgesico: queste sono solo alcune delle proprietà dell’olio essenziale di lavanda. I suoi usi casalinghi sono davvero molti, ad esempio è un ottimo rimedio naturale contro febbre e raffreddore, allontana le zanzare ma è anche un’essenza speciale per un massaggio profumatissimo.

Alcuni modi per utilizzare l’olio essenziale di lavanda nelle attività di tutti i giorni

  1. Per un effetto calmante
    Aromaterapia al volo: Versare due gocce di olio essenziale nel palmo della mano. Strofinare le mani tra loro e respirare il profumo che si sprigiona, molto lentamente. Potete fare questo la sera quando siete a letto per favorire il sonno, oppure durante il giorno mentre viaggiate sui mezzi pubblici o vi trovate in ambienti affollati, per cercare di ricrearvi un’oasi di pace tutta vostra. Questo utilizzo è utile anche nell’attenuare i sintomi del raffreddore da fieno
  2. Per favorire il sonno
    si può massaggiare qualche goccia di olio essenziale di lavanda sotto i piedi, si può inalare con la tecnica vista sopra, si può mettere 1 goccia d’olio essenziale sul cuscino (meglio su un batuffolo di cotone da infilare nella federa…)
  3. Per alleviare il mal di testa
    massaggiare 2 gocce di olio essenziale sulle tempie e sui polsi. Chiudere gli occhi e trovare una posizione comoda e rilassarsi.
  4. Punture d’insetto
    Una goccia di olio sulla puntura, attenua il bruciore e il gonfiore
  5. Piccole ustioni
    parliamo di scottature di lievissima entità. Un paio di gocce aiutano a diminuire il rossore e il bruciore
  6. Piccoli tagli
    l’olio essenziale di lavanda può essere utilizzato per disinfettare piccole ferite
  7. Prurito e irritazioni di minore entità
    La lavanda, diluita in un olio vettore di vostra scelta, può essere utilizzata per alleviare la secchezza della pelle e il prurito che ne consegue
  8. Mal d’auto
    Per alleviare i sintomi, si può massaggiare una goccia di olio di lavanda dietro le orecchie
  9. Sangue dal naso
    avvolgere un cubetto di ghiaccio in un fazzoletto e unite una goccia di olio di lavanda. Tenere il ghiaccio nell’area compresa tra il naso e il labbro superiore.
  10. Pelle e labbra screpolate, e addirittura herpes labiale
    traggono beneficio da un massaggio con qualche goccia di olio essenziale di lavanda (nel caso dell’herpes labiale, applicate l’olio con un cotton fioc)
  11. Trattamento per i capelli
    Aggiungere allo shampoo qualche goccia di olio essenziale. L’ Olio essenziale di lavanda combatte la forfora (azione rinfrescante, trofica e stimolante) e dona lucentezza ai capelli. E’ un ottimo alleato per chi ha i capelli grassi data la sua efficacia sebo-equilibrante.
    Per purificare i capelli grassi nell’ultimo risciacquo preparate una lozione a base di aceto e poche gocce di olio essenziale di lavanda per purificare il cuoio capelluto ed eliminare la forfora oppure per avere un effetto lucidante aggiungete alcune gocce di olio essenziale di lavanda nell’olio di ricino e tenere in posa mezz’ora e poi procedere al normale lavaggio.

Dunque, se dovete iniziare una vostra piccola farmacia verde… diciamo che l’olio essenziale di lavanda è il primo da acquistare 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.