nella mente ha origine la cessazione della sofferenza Buddha

La meditazione per me

La meditazione per me è un modo di prendermi cura della mia salute. La meditazione per me è un modo per guardarmi dentro.

Questo è quello che ho capito della meditazione. Non sono un monaco, non vivo sulla cima di una montagna. Sono una persona normale, che cerca uno spazio di pace. Credo di averlo trovato. Questi sono i miei consigli sulla meditazione.

  1. Non è necessario meditare per ore.

A meno di voler diventare degli asceti, non è necessario sedere in meditazione per ore ogni giorno. Per le persone normali, non è possibile investire tanto tempo della propria giornata per meditare, dovendo gestire lavoro, famiglia, attività extrascolastiche dei bambini o qualche sport. Tra l’altro, i benefici della meditazione si traggono meditando con costanza un po’ tutti i giorni, piuttosto che per tanto tempo in maniera non regolare. Meditare per 15-20 minuti, per due volte al giorno, è un investimento produttivo ed efficace per la maggior parte di noi.

  1. C’è un modo giusto per meditare.

Esiste un modo giusto per meditare. Crearsi un ambiente adatto e le condizioni per farlo al meglio è un buon inizio. Rumori, interruzioni e distrazioni potenziali, potrebbero fare di questa pratica un’attività più difficile che piacevole. Per scegliere la tecnica meditativa più adatta a voi, basterà verificare le vostre sensazioni. Se quando la vostra sessione di meditazione è finita, vi sentite più rilassati di quando l’avete iniziata, allora siete sulla buona strada.

  1. Meditare con un aiuto può essere utile.

Ci sono numerose opzioni per approfondire la propria pratica meditativa, dai libri, alle app, dai tutorial in rete, alla meditazione fatta con un maestro. Ovviamente, avere un maestro a propria disposizione permette non solo di imparare al meglio le tecniche, ma anche di chiedere consigli, fare domande, in una parola: interagire.

  1. È assolutamente normale avere pensieri che attraversano la mente durante la meditazione.

Il pensiero è una parte di noi, della nostra esperienza e anche della nostra pratica meditativa. Prendetene atto, fateli fluire e lasciateli andare. Senza resistere e senza cercare di non averne o combatterli. L’accettazione dei pensieri, rende la meditazione più semplice.

  1. La meditazione dovrebbe essere piacevole.

La meditazione non è una tortura. Non lasciatevi spaventare dall’idea del monaco immobile per ore e giorni seduto su una roccia. Non è così. La meditazione è un’esperienza di calma, di pace, non di rigidità, ma di naturalezza.

  1. La meditazione fa bene alla salute.

Ho già parlato dei benefici provati di questa pratica. Parliamo anche soltanto dell’effetto che può avere sul controllo dello stress, conseguentemente sulla qualità del sonno, fino ad arrivare alla protezione del sistema immunitario. Già da soli questi benefici valgono la pratica e gli effetti di lungo periodo sulla salute non lasciano dubbi.

La conclusione? Investire tempo nella pratica della meditazione quotidiana non ha prezzo. Questo è la meditazione per me:)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.