gli indispensabili in dispensa

Gli indispensabili in cucina – La dispensa

In cucina – Il primo di quattro post sugli indispensabili in cucina. Iniziamo dalla dispensa.

Amo moltissimo cucinare perché trovo che sia un’attività estremamente rilassante. Non è sempre stato così, ma se la vita ti dà solo limoni… tanto vale fare dell’ottima limonata. Con una famiglia da nutrire, cucinare è anche un gesto di reponsabilità nei confronti di chi ami e un esercizio di potere nella scelta degli ingredienti che vengono utilizzati, sia in termini di varietà che di qualità e di valori nutritivi.

Dunque, appurato che tra i fornelli esercitiamo potere, vediamo un po’ come metterci nelle condizioni di regnare con equità e con le giuste risorse :).

Iniziamo la serie degli “indispensabili”, iniziando dalla dispensa.

In effetti, avere il controllo sugli alimenti che conserviamo in dispensa, ci permette di essere pronti in caso di ospiti inattesi, ci fa risparmiare tempo e non ci fa sprecare cibo, proprio perché sappiamo cosa abbiamo a disposizione e cosa abbiamo bisogno di integrare.

Avere una dispensa organizzata implica anche il poter saltare la spesa, magari per un imprevisto, per un paio di giorni e ciò nonostante avere di che nutrire la famiglia. Sapere cosa serve con più frequenza può permetterci di acquistare alcuni di questi alimenti in quantità maggiori quando sono in sconto. E anche questo contribuisce al budget. Nulla di più e nulla di meno.

Affinché questo processo funzioni per ciascuno di noi, dovremmo procedere come segue:

  1. capire quali sono i piatti forti della famiglia e di conseguenza quali sono gli ingredienti base da avere a disposizione e che hanno maggiore rotazione
  2. fare un inventario di quello che abbiamo, inclusa la scatoletta di mais cotto al vapore che giace nell’angolo più remoto della dispensa
  3. ripristinare le scorte con una bella lista della spesa, magari programmando i pasti per la prossima settimana, tenendo conto di quello che già abbiamo e che è prossimo alla scadenza (la scatoletta di mais…).

I criteri di selezione degli alimenti da tenere in dispensa sono di semplice buon senso:

  1. selezionate alimenti versatili (che possono essere usati per più di una ricetta)
  2. acquistate delle scorte per gli alimenti a più lunga conservazione quando sono in sconto
  3. acquistate alimenti di qualità e biologici per quanto possibile
  4. acquistate sempre prodotti di stagione
  5. non acquistate bevande gassate, zuccherate o succhi di frutta. L’acqua è perfetta per contribuire ai fabbisogni specifici di ciascuno di noi. Le spremute di frutta possono essere fatte con la frutta fresca, lo stesso per i frullati
  6. il brodo vegetale può essere fatto in casa (vedi ricetta) ed è più sano di quello che si trova in commercio
  7. posizionare gli alimenti più prossimi alla scadenza in posiazione avanzata e ben visibile.

Qui sotto una lista indicativa, non esaustiva e da personalizzare sulla base delle preferenze della vostra famiglia e delle vostre esigenze alimentari (intolleranze, allergie o regimi dietetici specifici). Si può cancellare, specificare o aggiungere, fino alla stesura della vostra lista perfetta!

Scarica il pdf degli indispensabili in dispensa!

Scarica il pdf della lista degli indispensabili in dispensa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.