il bicarbonato per la cura del viso

Il bicarbonato per la cura del viso

Il bicarbonato, che si trova facilmente in casa, può essere un grande alleato della pelle. La pelle è l’organo più esteso del corpo umano e si rinnova regolarmente: le cellule che muoiono vengono sostituite da nuove cellule. L’esfoliazione aiuta questo processo di rinnovamento, facilitando la rimozione delle cellule morte e aiutando le nuove a venire in superficie. Un buon prodotto esfoliante dovrebbe essere abbastanza efficace da garantire la rimozione delle cellule senza danneggiare quelle nuove che sono estremamente delicate e sensibili.

Ci sono due categorie principali di esfolianti, quelli ad azione meccanica e quelli ad azione chimica. Questi ultimi lavorano chimicamente rimuovendo lo strato superiore della pelle, a differenza degli esfolianti ad azione meccanica che invece rimuovono le cellule, letteralmente grattandole via dalla pelle.
Il bicarbonato di sodio è un esfoliante ad azione meccanica e rimuove le cellule con l’abrasione che le sue particelle esercitano sull’epidermide. Nonostante questo, il bicarbonato non ha effetti eccessivamente irritanti.

Il bicarbonato è un composto tanto versatile da poter essere utilizzato sia come detergente, che come esfoliante, che come maschera viso.

– Utilizzo come detergente
Il bicarbonato esercita un’azione esfoliante che rimuove dalla pelle non solo le cellule morte ma anche lo sporco e l’eccesso di sebo, favorendo l’apertura dei pori e prevenendo tutte quelle irritazioni cutanee ad esso legate, quali ad esempio l’acne.
Basta semplicemente mettere un po’ di bicarbonato nel palmo delle mano, aggiungere abbastanza acqua tiepida per formare un pasta (di solito con un rapporto di due parti di bicarbonato e una parte di acqua) da massaggiare sulla pelle umida del viso con delicatezza. Al termine si risciacqua con cura con acqua tiepida e si asciuga il viso tamponando con una salvietta.

– Utilizzo come esfoliante
Si mescola il bicarbonato con acqua con un rapporto di 1:1, si aggiunge (opzionale) della farina di avena e si procede a massaggiare il viso con massaggi circolari. Si risciacqua poi con acqua tiepida e si asciuga tamponando con una salvietta.

– Utilizzo come maschera per il viso
La stessa pasta che si utilizza come detergente può essere utilizzata come maschera, che invece di essere risciacquata subito, viene massaggiata e lasciata in posa fin quando non si asciuga, dopo circa 15-20 minuti. In aggiunta si potrebbe unire qualche goccia di limone per dare più luminosità alla pelle. Un’altra idea per una maschera viso con il bicarbonato, la puoi trovare qui.

Il bicarbonato può anche essere aggiunto ai prodotti che vengono normalmente utilizzati per la detersione del viso, nella misura di circa mezzo cucchiaino.

– Utilizzo come struccante

Basta semplicemente mettere un po’ di bicarbonato nel palmo delle mano, aggiungere olio di oliva fino ad ottenere un liquido denso che va passato sul viso con l’aiuto di un dischetto di cotone per rimuovere il trucco, anche il più resistente.

Prima di usare il bicarbonato, bisogna sapere che le pelli non sono tutte uguali, così come la risposta della pelle non è sempre la stessa. Il bicarbonato è un composto alcalino, mentre la pelle ha un ph più acido e questo potrebbe non essere tollerato da pelli particolarmente sensibili. Vi consiglio di fare una prova di sensibilità prima di farne usarlo sul viso. Se si dovesse avere una sensazione di prurito, formicolio, fastidio, dolore o bruciore, si dovrebbe evitarne l’uso.

La natura ci viene incontro proponendoci valide alternative per la cura della pelle, tra cui:
Curcuma, particolarmente indicata per acne, arrossamenti, occhiaie
– Aceto di mele, efficace contro le irritazioni cutanee
– Aloe, indicata come idratante, antiossidante e anti radicali liberi.

E la pelle ringrazia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.